Il Cinquecento a Polirone. Da Correggio a Giulio Romano

Un nuovo dipinto arricchisce la mostra Il Cinquecento a Polirone. Da Correggio a Giulio Romano, curata da Paolo Bertelli con la collaborazione di Paola Artoni, che si tiene nel refettorio grande e nella basilica ex benedettina di San Benedetto Po. È infatti giunta nell’allestimento una monumentale tela (260×470 cm) realizzata da Lorenzo Costa il Giovane (Mantova 1536-1582) e proveniente dalla parrocchiale di Boccadiganda. L’opera raffigura la Cena in casa di Simone Fariseo. Il dipinto, studiato da Renato Berzaghi, non era stato realizzato per la piccola chiesa in riva al Po, ricostruita attorno al 1730, dove tra l’altro, collocato in controfacciata, occludeva la finestra che dava luce alla navata. Il tipico formato allungato sottolinea come dovesse essere originariamente collocata nel refettorio di un convento di ordine religioso. Appare interessante sottolineare come nel maggio 1578 il pittore mantovano Lorenzo Costa il Giovane aveva ricevuto dall’abate di San Pietro di Modena per conto di padre don Orazio, cellerario di Ognissanti, venti scudi d’oro quale caparra per un quadro del “Cenacolo” da farsi per il refettorio di San Benedetto. Potrebbe essere questa una traccia significativa per collegare la tela ad una plausibile origine polironiana. Il soggetto è ispirato a soggetti romani (nella città eterna Costa aveva risieduto dal 1561 al 1564) e a varie incisioni (tra le quali quella del mantovano Giorgio Ghisi, ripresa da Lambert Lombard, raffigurante l’Ultima Cena). L’esposizione della tela è un occasione preziosa per apprezzare un capolavoro del Cinquecento mantovano usualmente non visibile. La mostra Il Cinquecento a Polirone. Da Correggio a Giulio Romano è un vero evento che ha attirato l’attenzione su San Benedetto Po anche da parte dei media nazionali: il rientro di dipinti di straordinario pregio quali il Cenacolo di Girolamo Bonsignori e l’anta dell’antico organo realizzata dal giovane Correggio sono eventi difficilmente ripetibili a breve. La presenza di opere d’arte di grande importanza, poi (Federico Zuccari, Paris Bordon, Paolo Farinati, disegni di Giulio Romano e dipinti della sua bottega, codici miniati, le statue di Antonio Begarelli) rende la mostra in corso nel refettorio grande e nella basilica di San Benedetto Po (fino al 6 gennaio 2020) un’esposizione spettacolare e di alto livello. Di particolare interesse, inoltre, i molti restauri svolti e le indagini non invasive realizzate su diverse opere esposte, che hanno portato a numerose scoperte di non secondaria importanza, mentre il catalogo (PubliPaolini) propone un imponente apparato iconografico e la partecipazione di studiosi a livello internazionale. INFO E PRENOTAZIONI INFO POINT di San Benedetto Po tel. 0376/623036 info@turismosanbenedettopo.it www.turismosanbenedettopo.it

25,5km - 22 mins

Piazza Folengo Teofilo, 37, 46027 San Benedetto Po MN VIEW ON GOOGLE MAP

SUGGESTED VISITING TIME HALF DAY

YOU MAY ALSO LIKE

San Benedetto Po

HALF DAY - 11.3 KM

READ MORE

Teatro Scientifico Bibiena

HALF DAY - 16 KM

READ MORE

Il Cinquecento a Polirone. Da Correggio a Giulio Romano

Un nuovo dipinto arricchisce la mostra Il Cinquecento a Polirone. Da Correggio a Giulio Romano, curata da Paolo Bertelli con la collaborazione di Paola Artoni, che si tiene nel refettorio grande e nella basilica ex benedettina di San Benedetto Po. È infatti giunta nell’allestimento una monumentale tela (260×470 cm) realizzata da Lorenzo Costa il Giovane (Mantova 1536-1582) e proveniente dalla parrocchiale di Boccadiganda. L’opera raffigura la Cena in casa di Simone Fariseo. Il dipinto, studiato da Renato Berzaghi, non era stato realizzato per la piccola chiesa in riva al Po, ricostruita attorno al 1730, dove tra l’altro, collocato in controfacciata, occludeva la finestra che dava luce alla navata. Il tipico formato allungato sottolinea come dovesse essere originariamente collocata nel refettorio di un convento di ordine religioso. Appare interessante sottolineare come nel maggio 1578 il pittore mantovano Lorenzo Costa il Giovane aveva ricevuto dall’abate di San Pietro di Modena per conto di padre don Orazio, cellerario di Ognissanti, venti scudi d’oro quale caparra per un quadro del “Cenacolo” da farsi per il refettorio di San Benedetto. Potrebbe essere questa una traccia significativa per collegare la tela ad una plausibile origine polironiana. Il soggetto è ispirato a soggetti romani (nella città eterna Costa aveva risieduto dal 1561 al 1564) e a varie incisioni (tra le quali quella del mantovano Giorgio Ghisi, ripresa da Lambert Lombard, raffigurante l’Ultima Cena). L’esposizione della tela è un occasione preziosa per apprezzare un capolavoro del Cinquecento mantovano usualmente non visibile. La mostra Il Cinquecento a Polirone. Da Correggio a Giulio Romano è un vero evento che ha attirato l’attenzione su San Benedetto Po anche da parte dei media nazionali: il rientro di dipinti di straordinario pregio quali il Cenacolo di Girolamo Bonsignori e l’anta dell’antico organo realizzata dal giovane Correggio sono eventi difficilmente ripetibili a breve. La presenza di opere d’arte di grande importanza, poi (Federico Zuccari, Paris Bordon, Paolo Farinati, disegni di Giulio Romano e dipinti della sua bottega, codici miniati, le statue di Antonio Begarelli) rende la mostra in corso nel refettorio grande e nella basilica di San Benedetto Po (fino al 6 gennaio 2020) un’esposizione spettacolare e di alto livello. Di particolare interesse, inoltre, i molti restauri svolti e le indagini non invasive realizzate su diverse opere esposte, che hanno portato a numerose scoperte di non secondaria importanza, mentre il catalogo (PubliPaolini) propone un imponente apparato iconografico e la partecipazione di studiosi a livello internazionale. INFO E PRENOTAZIONI INFO POINT di San Benedetto Po tel. 0376/623036 info@turismosanbenedettopo.it www.turismosanbenedettopo.it

25,5km - 22 mins

Piazza Folengo Teofilo, 37, 46027 San Benedetto Po MN VIEW ON GOOGLE MAP

SUGGESTED VISITING TIME HALF DAY

YOU MAY ALSO LIKE

San Benedetto Po

HALF DAY - 11.3 KM

Teatro Scientifico Bibiena

HALF DAY - 16 KM

Vi informiamo che, per migliorare la Sua esperienza di navigazione su questo Sito, (Mantova Outlet Village) utilizza dei cookies. La Stessa impiega diversi tipi di cookies, tra cui cookies a scopo di profilazione e cookies di terze parti che consentono, a queste ultime, di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Alla pagina Informativa estesa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su “Accetto ” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati nell' Informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. – ed artt 13-14 del REG UE 679/16